Teatro Parenti (Sala Grande)

01.02.2022

Dal 6 al 23 ottobre: IL MALATO IMMAGINARIO di Molière - regia Andrée Ruth Shammah


Nell'anno del suo Cinquantesimo e a quattrocento anni dalla nascita di Molière, il Parenti dà inizio a una trilogia dedicata al drammaturgo francese partendo proprio da quel Malato immaginario che agli inizi degli anni '80 irruppe nel teatro italiano nel coraggioso allestimento di Andrée Ruth Shammah, con uno straordinario Franco Parenti nel ruolo di Argan. 

Sotto la candida cuffia di pizzo, con la vestaglia bianca e le calze molli sui piedi ciabattanti, l'Argan, interpretato con intelligenza e ironia da Gioele Dix, testimonia la paura e la solitudine del nostro tempo, l'incapacità genetica di prendere decisioni

Locandina
IL MALATO IMMAGINARIO
di Molière - traduzione Cesare Garboli - regia Andrée Ruth Shammah
con Gioele Dix e Anna Della Rosa
e con Marco Balbi, Francesco Brandi, Fabrizio Coniglio, Piero Domenicaccio, Filippo Lai, Viola Magnone, Silvia Giulia Mendola, Pietro Micci, Marina Occhionero
scene e costumi Gianmaurizio Fercioni - luci Gigi Saccomandi - musiche Michele Tadini e Paolo Ciarchi
aiuto regista Benedetta Frigerio - assistente allo spettacolo Diletta Ferruzzi
scene dipinte da Santino Croci e Federico Carrassi
direttore di scena Paolo Roda - elettricista e fonico Gianni Gajardo -sarta Paola Landini
scene costruite da Tommaso Serra presso il laboratorio del Teatro Franco Parenti
costumi realizzati dalla sartoria del Teatro Franco Parenti diretta da Simona Dondoni
produzione Teatro Franco Parenti