Piccolo Teatro - Studio Melato

29.09.2022

Dal 1° al 22/12 HEDDA GABLER. Non una riscrittura, ma una nuova drammaturgia di Liv Ferracchiati parallela all'Hedda Gabler di Ibsen. Hedda è attratta dall'obliquo e dallo sconfinamento, eppure "sembra" rimanere incastrata nelle convenzioni e nella norma.

Liv Ferracchiati si avvicina a Ibsen dopo La tragedia è finita, Platonov di Čechov. Al centro del dramma una donna, Hedda Gabler, che ha sposato, di sua volontà, un uomo che non ama, Jørgen Tesman. Riappare però Ejlert Løvborg, scrittore anticonvenzionale, da cui era stata affascinata un tempo per la sua vita fuori dalle regole. Løvborg torna nella vita di Hedda, affidando le proprie teorie e la sua stessa anima a un manoscritto "visionario", che parla di progresso della civiltà e di come l'essere umano potrebbe liberarsi dalla falsificazione e dalla morale. Il prezioso scritto è per Løvborg e Thea - la donna che lo ha "redento" - più di una creazione, è un figlio ideale.
 (Dal C.S. del Teatro)

La Locandina

Spettacolo in allestimento